S. Maria della Provvidenza – San Giovanni Gemini (AG)

Data della Festa:
2° Domenica di Ottobre

Nel mese dedicato alla Madonna, San Giovanni Gemini venera Maria con il titolo di Madre della Provvidenza. Tutta la comunità ecclesiale, nel secondo fine settimana del mese di ottobre, si raccoglie in preghiera ai piedi della Vergine invocando la sua materna e provvidente intercessione.
Il prezioso simulacro della Madonna, scultura lignea tardo seicentesca rifinita con lamina d’oro zecchino, nei giorni che precedono la festa, viene intronizzato sull’altare maggiore della Chiesa Madre per la celebrazione del triduo.
Il sabato, a mezzogiorno, lo scampanio festoso delle campane e lo sparo dei mortaretti annunciano l’inizio dei festeggiamenti.
Nel tardo pomeriggio, dopo la messa vespertina, vengono celebrati i Vespri Solenni in onore di Maria Santissima e al termine, in piazza, l’esibizione di un gruppo folkloristico chiude la prima delle tre giornate di manifestazioni esterne.
La domenica, lo sparo dei mortaretti all’alba, è seguito dal giro dei tamburi e dalla sfilata del complesso bandistico per le vie principali del paese. La sera dopo la messa solenne ha inizio la processione del simulacro della Madonna che, raccolta e composta, si snoda attraverso il tradizionale itinerario all’interno del centro storico. La serata è conclusa dallo spettacolo dei fuochi d’artificio.
Il lunedì mattino la Vergine Santa riceve l’omaggio dei bambini e dei ragazzi delle scuole che con la celebrazione di una messa danno inizio ufficialmente al nuovo anno scolastico. Nel pomeriggio, lungo le vie del paese, è facile incontrare gruppi di persone che recitando il Santo Rosario si recano in chiesa. Le celebrazioni si concludono con la messa di ringraziamento seguita da una breve processione del simulacro della Madonna che dall’altare maggiore, attraverso le navate della chiesa madre, viene riposto nella sua cappella.
Alle celebrazioni religiose si affianca la grande fiera d’autunno che si svolge lungo le principali vie e piazze del centro abitato.

Testo a cura del nostro collaboratore Nicola Caracciolo

Galleria Fotografica
Foto a cura dei nostri collaboratori Nicola Caracciolo e Valeria Di Grigoli

vi consiglia:

4.416 visualizzazioni


Consigliamo