S. Lucia V. e M. – San Giovanni Gemini (AG)

Data della Festa:
13 Dicembre

Anche quest’anno tutta la comunità ecclesiale di San Giovanni Gemini si è stretta attorno a alla venerata immagine di Santa Lucia. Il giorno di festa è stati preceduto dal triduo che si è concluso il 12 sera, con la messa vespertina, la benedizione dei  tradizionali “panini di Santa Lucia” e il canto solenn dei Vespri.
L’alba del tredici dicembre è stata salutata dallo sparo dei mortaretti e dal suono festoso delle campane. La prima messa del giorno di festa è stata celebrata nella piccola chiesa di Santa Lucia e Purgatorio, mentre le altre si sono svolte in chiesa Chiesa Madre.
In serata, partecipata ed affollata, è stata la Solenne Concelebrazione Eucaristica seguita dalla processione del simulacro e della reliquia di Santa Lucia. I festeggiamenti si sono chiusi con l’entrata in chiesa del fercolo tra il suono festoso delle campane, lo sparo dei fuochi d’artificio e le note della banda musicale che intonando la “ninnaredda” (tradizionale nenia natalizia locale), ha accompagnato la Santa tra le navate della chiesa Madre fino all’interno della propria cappella.

Testo a cura del nostro collaboratore Nicola Caracciolo

Dicembre 1910 – Dicembre 2010
Celebrazioni per il Centenario dell’arrivo del Simulacro di Santa Lucia a San Giovanni Gemini

Dal 1910 il simulacro di S. Lucia assiste silente alle celebrazioni liturgiche dalla nicchia posta sopra l’altare della cappella omonima, in cartapesta leccese, raffigura la Martire che tiene in mano i segni del martirio volgendo lo sguardo trasfigurato verso il cielo. Un’iconografia, quindi, ricorrente nella produzione scultorea di soggetto luciano che si ripete da secoli con poche e non sostanziali varianti. La Santa, vestita con una tunica dalla vita alta è quasi interamente ricoperta da un manto rosso con il panneggio ondulato e poco profondo che lascia intuire la posizione del giovane corpo. Incorniciato da una fluente chioma il volto di Lucia è delicatamente disegnato entro uno schema ovale e sembra ricevere luce dal Cristo per cui ha versato il sangue. Il manto con il suo ricco panneggio contrasta lievemente con i toni cromatici della veste color verde pallido e della cintura che lo raccoglie nei fianchi. Gran parte del rivestimento policromo è sopravvissuto, sebbene in talune parti segnala di essere stato ripreso in epoche successive. Sia la veste che il manto sono arricchiti da dorature. Una ricca fascia impreziosita da motivi fitomorfi e geometrici, chiude i bordi del manto. Sul capo il velo bianco simbolo della consacrazione verginale. Gli incarnati hanno mantenendo l’originaria coloritura nonché la ingenue ma forte espressione giovanile della fanciulla rilevabile negli occhi e nelle labbra. La timidezza del modellato, la plastica eleganza del panneggio, la morbidezza dei gesti e l’intensità del volto, nonostante la produzione seriale e la povertà del materiale, rendono il nostro manufatto raffinato ed elegante, sulla base, mistilinea e gradinata , l’indicazione della casa G.Malecore di Lecce e l’anno di produzione 1910.
A distanza di cento anni la comunità ecclesiale di San Giovanni Gemini ha voluto ricordare, nel giorno della festa, l’arrivo del simulacro di Santa Lucia nel nostro paese rinnovando e confermando quella forte e sempre viva devozione verso la martire siracusana, manifestata, sin dalla fine del seicento, prima con la costruzione della chiesetta di Santa Lucia e poi con la dedicazione della cappella nella chiesa madre e l’acquisto del simulacro. A testimonianza di quando detto, è stata allestita, presso la cappella di Santa Lucia, una mostra che ha raccolto documenti, foto, segni, stampe popolari e santini.
Il giorno di festa, preceduto da un triduo di preparazione, si è concluso con la Concelebrazione Eucaristica vespertina e la processione del Simulacro di Santa Lucia e della Reliquia per le vie della città.

Testo a cura dei nostri collaboratori V. Scrudato e N. Caracciolo

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Nicola Caracciolo

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura dei nostri collaboratori Nicola Caraccilo e Valeria Di Grigoli

vi consiglia:

6.925 visualizzazioni


Consigliamo