Domenica di Pasqua – San Giovanni Gemini (AG)

Data della Festa:
Domenica di Pasqua

Dopo l’intensa giornata del Venerdì Santo e la silenziosa attesa del sabato, il suono festoso delle campane, nei primi minuti del giorno di Pasqua, annuncia la resurrezione di Cristo mentre, all’interno delle chiese, il canto del gloria e dell’Alleluia diffonde sentimenti di gioia e pace nei cuori dei fedeli radunati per la veglia di mezzanotte.
Questi momenti liturgici non sono altro che il preludio di quello che è il momento più atteso e partecipato dai sangiovannesi, ossia l’incontro di Cristo Risorto con la Vergine Maria.
Nel tardo pomeriggio della Domenica di Resurrezione, largo Nazareno viene invaso da una grande folla di fedeli che gioiosamente attende l’uscita dei simulacri che si affacciano, quello di Gesù Risorto dalla chiesa madre, e quello della Vergine Santa dalla chiesa del Carmine.
Dopo l’omelia e gli auguri dell’Arciprete avviene l’incontro detto anche in dialetto “a paci” o “binidizioni”: la Madonna si avvicina timidamente al Figlio più volte e poi gli va decisamente incontro festosa tra le acclamazioni dei presenti. Al termine di questo momento i simulacri di Cristo Risorto e della Madonna vengono condotti in processione lungo le vie del centro storico del paese.

Testo a cura dei nostri collaboratori Nicola Caracciolo e Vincenzo Scrudato

Galleria Fotografica
Foto a cura dei nostri collaboratori Nicola Caracciolo e Valeria Di Grigoli

vi consiglia:

3.699 visualizzazioni


Consigliamo