Misteri – Caltanissetta

Data della Festa:
Giovedì Santo

La Settimana Santa di Caltanissetta è una delle manifestazioni religiose molto particolari e famose nel territorio siciliano.
Essa inizia la Domenica delle Palme con la processione, nel pomeriggio, di Gesù Nazzareno.
Il Mercoledì Santo è la volta, di mattina, della Real Maestranza, che si reca in Cattedrale a rendere omaggio Al Signore, mentre alla sera, è la volta delle “varette”, riproduzioni in miniatura dei momenti della Passione di Cristo, riproduzioni identiche dei gruppi statuari a grandezza naturale, detti “vare”, che vanno in processione la sera del Giovedì Santo.
Il Venerdì Santo invece è la volta della processione del Cristo nero, un crocifisso dichiarato “Signore della città”.
Soffermandoci alla processione solenne del Giovedì Santo,  le sedici “vare” partendo dalle loro chiesa di appartenenza, si radunano tutte in piazza Garibaldi, proprio davanti al Sacrato della Cattedrale.
Ogni vara appartiene ad una delle antiche maestranze della città, ed al tramonto, dopo la solenne benedizione in piazza a cura dell’Arcivescovo, inizia la solenne processione col seguente ordine di sfilata: la Cena dei panificatori, Gesù nell’orto dei mugnai, la cattura dei falegnami ed ebanisti, il Sinedrio del municipio, la Flagellazione della miniera Gessolungo, l’Ecce homo degli ortofrutticoli, la Condanna della miniera Trabonella e tipografi, la Caduta dei marmisti, il Cireneo dei gessai, la Veronica della Lega di S. Michele, il Calvario dei macellai, la Deposizione degli operatori dell’abbigliamento e merceria, la Pietà della Cassa Rurale e Artigiana S. Michele, la Traslazione dell’Unione muratori, l’Urna del Cristo Morto dei devoti della S. Urna e la Madre Addolorata degli autotrasportatori.
La lunga processione, dopo aver percorso le vie del centro storico della città, si conclude in tarda nottata.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

vi consiglia:

10.004 visualizzazioni