S. Maria Ritornata – Lavina (Aci Bonaccorsi – CT)

Data della Festa:
1° Domenica di Settembre

A settembre si festeggia solennemente Maria SS. Ritornata venerata nel Santuario di Lavina.
I cenni storici dicono che l’immagine della Madonna di Lavina fu venerata in particolare dopo il scampato pericolo della lava da parte degli abitanti dell’antica Aci Bonaccorsi nel 1500, che la collocarono in un piccolo sacello ricavato dai resti lavici; da quel momento il culto si diffuse ed ingrandì di anno in anno.
Però il quadro fu più volte rubato, una prima volta nel 1830 ed una seconda volta nel 1838; in questa circostanza si gridò al miracolo e da quel momento la Madonna cambiò nome da “Madonna di Lavina” a “Maria SS. Ritornata”.
Successivamente avvennero miracoli e grazie che fecero ingrandire il culto sempre più da costruire un piccolo Santuario; agli inizi del 900, per insufficenza di spazio dato l’aumento della popolazione, si costruì una nuova chiesa più grande annessa a quella piccola.
Lavina è un agglomerato urbano che appartiene per metà al paese di Aci Bonaccorsi e per metà al paese di Aci Sant’Antonio; la piazza antistante il Santuario divide i due comuni, ma l’edificio sacro appartiene ad Aci Bonaccorsi; per questo motivo la Madonna, dopo la sua trionfale uscita delle ore 17,30, viene portata in processione per le vie del quartiere che appartiene al comune di Aci Bonaccorsi (parte alta) e per finire arriva nella chiesa madre per la celebrazione di una S. Messa Solenne.
Dopo la S. Messa, la Madonna si avvia per percorrere le strade che appartengono stavolta al comune di Aci Sant’Antonio (parte bassa).
Viene portata in processione una copia del quadretto perchè l’originale rimane nella piccola cappella annessa al nuovo Santuario.
Al rientro la Madonna viene salutata da uno spettacolo pirotecnico di chiusura.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

vi consiglia:

7.369 visualizzazioni


Consigliamo