S. Maria Immacolata – Acireale (CT)

Data della Festa:
8 Dicembre

Anche quest’anno la comunità francescana (OFM) del convento di San Biagio di Acireale ha celebrato solennemente la festa di Maria SS. ma. Immacolata. È stata una festa molto sentita, come ogni anno, da quando le celebrazioni hanno avuto inizio, giorno 29 novembre con il solenne novenario di preparazione alla Solennità fino al giorno della festa, con i momenti della celebrazione eucaristica molto affollati sia la mattina, alle ore 5.45, sia la sera alle ore 17.45 precedute dalla recita del Santo Rosario ed il canto del tradizionale Stellario a Maria SS. Immacolata.
Quest’anno sono state tre le serate che hanno arricchito la festa, quali: il concerto di canti francescani il primo giorno di novena con la partecipazione del coro Akàthistos della stessa chiesa di San Biagio, il coro Notre Dame de Lourdes della vicina parrocchia di San Giuseppe ed il coro Maria SS. del Rosario della frazione di Scillichenti;  la riflessione del venerabile Padre Gabriele Allegra sull’Immacolata; la veglia di preghiera con la celebrazione dell’inno Akàthistos la vigilia della festa seguita dalla chiusura della cappella della Madonna al canto delle Litanie Lauretane.
L’8 dicembre, giornata della Solennità, alle 6.50, tra gli applausi della folla il Simulacro della Vergine Immacolata è stato svelato al canto delle Litanie Lauretane e posto sull’altare maggiore. Durante la mattinata si sono susseguite numerose celebrazioni eucaristiche concluse con il pontificale delle 11.00 presiseduta da Frà Giuseppe Noto ministro provinciale dell’ordine dei frati minori in Sicilia. Alle ore 15,30 è stata aperta la chiesa, mentre il meraviglioso simulacro della Santa Vergine scivolava attraverso un marchingegno verso il fercolo. Alle ore 16,00 il fercolo con il simulacro della Madonna, salutato dagli scampanii, dal lancio di carte multicolori e dallo sparo di assordanti mortaretti ha iniziato il giro per le vie barocche della città, accompagnato dalle note musicali della banda e da svariati momenti di preghiera davanti le numerose chiese, ove i rispettivi parroci hanno accolto la visita della Madre di Dio. Alle 18,15 la processione ha fatto ingresso in Cattedrale per la Solenne Celebrazione Eucaristica presieduta da Sua Ecc. Mons. Antonino Raspanti nuovo Vescovo della diocesi di Acireale. Al termine, il fercolo, uscendo dalla Cattedrale, salutato dagli scampanii e da uno spettacolo pirotecnico in Piazza Duomo, dopo aver percorso le ultime strade, ha fatto rientro nella chiesa San Biagio salutato dai fuochi d’artificio.
Il simulacro infine è stato traslato al canto delle Litanie Lauretane sull’altare maggiore dove rimarrà esposto sino al giorno dell’ottava per poi essere ricollocato nella sua cappella.

Testo a cura del nostro collaboratore Carmelo Falcotti

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura di Vincenzo Zappalà e del nostro collaboratore Carmelo Falcotti

vi consiglia:

10.463 visualizzazioni


Consigliamo