S. Mauro Abate – Vigilia – Viagrande (CT)

Data della Festa:
14 Gennaio

Tra le più importanti feste patronali nella provincia di Catania, non si può non attribuire una mansione particolare alla festa di San Mauro Abate, Patrono di Viagrande (Ct), che si svolge nella medesima località nei giorni 14-15-16-22 Gennaio di ogni anno.
I festeggiamenti iniziano giorno 1 Gennaio con la traslazione dell’antico e artistico fercolo che viene portato dalla “Casa a vara” sino in Chiesa Madre, ma entrano nel vivo giorno 14 Gennaio, vigilia della solennità del Santo Patrono, giornata che è caratterizzata da moltissime manifestazioni sia di tipo religioso che folkloristico, come la tradizionale “ fiera del bestiame” che si svolge sin dalle prime ore dell’alba a Piano Gelsi, l’entrata delle “bande musicali”, che allieteranno i giorni di festa, e l’offerta della cera che avviene  prima della messa vespertina, dove tutti i movimenti e i gruppi, parrocchiali e non, offrono la cera al Santo Patrono.
Ma gli appuntamenti in cui non si può certamente mancare sono due:
LA PROCESSIONE DELLA RELIQUIA DI S.MAURO, che percorre alcune vie cittadine.
Come già da alcuni anni, hanno preso parte alla processione molte confraternite provenienti da vari paesi della provincia di Catania, ogni anno sempre di più numerose.
La processione si conclude in chiesa dove, dopo la recita solenne dei vespri cantati, avviene un momento di particolare importanza per il popolo devoto a San Mauro: dopo quattro mesi si riapre, per deporre il braccio reliquiario ai piedi del simulacro, il sacello dov’è custodito il simulacro miracoloso del Santo Patrono, accompagnato dalle invocazioni e dal commovente sventolio dei fazzoletti bianchi; è un momento di intensa emozione  e commozione: in quel preciso istante un brivido percorre la pelle di ogni devoto o di chi si aggrappa alla fede in un momento di sconforto.
San Mauro “guarda” tutti, come a volere rassicurare tutti da ogni turbamento. Le porte della cameretta si richiudono e i devoti  escono dalla cappella consapevoli che il giorno dopo potranno stare con San Mauro un intera giornata.
L’altro appuntamento è la tanto attesa “ENTRATA DEI PARTITI” dove i due maggiori quartieri del paese fanno a gara “pacifica” a chi offre il miglior spettacolo pirotecnico in onore al Santo,
La piazza gremita di gente finalmente può ammirare i fuochi pirotecnici, offerti per primo dal Partito S. CATERINA, e successivamente dal Partito SCALATELLI, due spettacoli a testa, uno sul sacrato della chiesa madre, e l’altro di fronte alla piazza, alle scuole.
I giovani rappresentanti dei due Partiti, prima dell’esecuzione dei loro rispettivi spettacoli pirotecnici, fatto il loro ingresso di corsa con fiaccole, palloncini e bandiere, correndo al ritmo delle allegre marce della banda musicale, da tue punti opposti della piazza.
Subito dopo i due Partiti si danno appuntamento in via Aldo Moro per continuare con i Fuochi d’artificio di calibri diversi, spettacoli con bombe più potenti e quindi, per motivi di sicurezza, sparati in campagna fuori del centro abitato.
Al termine dei fuochi, tutti ritornano alle proprie case col pensiero rivolto a San Mauro, con il desiderio di stare poche ore più tardi, nella giornata seguente, tutto il giorno con il proprio Santo Patrono, per onorarlo, ringraziarlo e fare festa con lui.
W. SAN MAURO.

Testo a cura del nostro collaboratore Ninni Guliti

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

vi consiglia:

13.214 visualizzazioni


Consigliamo