SS. Fratelli Martiri Alfio, Filadelfo e Cirino – Apertura Festeggiamenti – Trecastagni (CT)

Data della Festa:
5° Domenica di Quaresima

Annualmente a Trecastagni, la quinta domenica di Quaresima è la giornata dell’apertura dei festeggiamenti della grande festa di maggio i onore dei Santi Fratelli Martiri Alfio, Filadelfo e Cirino, con la tradizionale fiaccolata per le vie del paese, annunziando l’imminente svolgersi della festa esterna prevista dal 7 al 11 maggio; ma sappiamo esattamente che per i devoti e tutti i trecastagnesi la festa dura tutto il mese perchè i Santi rimangono esposti sull’altare maggiore fino alla prima domenica di giugno, e quindi nel mese di maggio si ha in Santuario un lungo fiume umano di pellegrini che accorre, oltre a i giorni della festa, soprattutto durante tutti i fine settimana del mese.
Dopo la S. Messa solenne che conclude le Sacre Quarantore, verso le 20,00 circa parte la fiaccolata dal “Calvario”, luogo situato nella parte nord della piazza S. Alfio, dove è situato un altarino con un’icona votiva della Crocifissione di Cristo, ed attraversa la piazza passando davanti il Santuario per poi dirigersi per le vie del paese.
Questo altarino è messo in un piccolo terreno ricco di alberi d’ulivo ed è recintato con dei cancelli; dalle fessure delle cancellate gli organizzatori della festa, che sono all’interno del recinto, consegnano gratuitamente a tutti i ragazzi che ne richiedono, le fiaccole da  accendere durante il percorso.
Dopo alcuni colpi di cannone sparati dal “Calvario” parte la fiaccola che, attraversando la piazza, passa davanti al Santuario con la porta centrale chiusa; suonano le campane a festa e suona anche la banda musicale che accompagna per tutto il percorso il corteo dei ragazzi, giovani, ed anche gente con età più matura.
Mentre la fiaccolata gira per le vie del paese dal “Calvario” o nei dintorni del Santuario, di tanto in tanto vengono sparati dei colpi a cannone e nel cielo si intravede in lontananza del fumo bianco che è quello prodotto dalle fiaccole.
Appena il corteo arriva al largo dei Bianchi viene eseguito un breve spettacolo pirotecnico, e i ragazzi, attraverso il corso Sicilia, si dirigono nuovamente verso piazza S. Alfio camminando con un andamento più veloce.
Appena arrivano in prossimità della piazza, provenendo dal lato sud, i ragazzi incominciano a correre, con esultanza e con le  loro fiaccole accese, verso il chiuso portale centrale del Santuario, fermandosi li davanti in attesa che succeda qualcosa, ed incominciano ad inneggiare gridi di evviva ai Santi Martiri.
Ad un tratto il portale si apre e i ragazzi, rimanendo li davanti alla porta, continuano a gridare mentre tutto il fumo della fiaccole entra dentro la chiesa; i gridi di evviva sono gli stessi che si fanno durante la prima “Svelata” del 10 maggio alle ore 9,00.
Intanto ai piedi dell’altare maggiore vi è posizionata la corale parrocchiale “Don Salvatore Romeo” che intona l’inno ai Santi Martiri.
Questo è il momento più emozionante della festa di oggi perchè si pensa alla gioia che si può avere a tempo breve per la festa di maggio, soprattutto per la “Svelata”.
Dopo di ché il portale si richiude ed arrivederci alle prossime cerimonie della Santa Pasqua ed alla imminente festa di maggio.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

  • S. Francesco d\'Assisi 2008 - Misilmeri (PA)

vi consiglia:

7.031 visualizzazioni