S. Andrea Apostolo – Milo (CT)

Data della Festa:
Ultima Domenica di Luglio

Si svolge l’annuale festa esterna del Patrono di Milo, S. Andrea Apostolo.
Dopo la S. Messa serale il Santo, posto sul fercolo ligneo indorato, viene condotto sul sagrato della chiesa madre a lui intitolata, per la classica “uscita”.
Tra lo sparo dei fuochi d’artificio, lo scampanio a festa e il suono della banda, con il coreografico lancio delle carte multicolori, S. Andrea si trova abbracciato da una folla di fedeli plaudenti e gioiosi.
La statua, recentemente restaurata, è semplice nei decori, ma imperante ed espressiva nel volto e nell’accenno del movimento dei panneggi che avvolgono il Santo. Dietro la statua si trova invece il classico attributo iconografico che contraddistingue l’Apostolo Andrea, ovvero la Croce a “X”, in memoria del metodo di tortura utilizzato durante il suo martirio.
La caratteristica milese è quella di legare al braccio destro, per mezzo di un nastrino rosso, un grappolo d’uva, la primizia che in questo periodo anticipa l’uva che maturerà in settembre. Supponiamo sia un segno simbolico, essendo Milo una “Città del Vino”, legata alla vite e al vino fin dall’antichità; con questo simbolo, probabilmente, la città voole affidarsi alla protezione di S. Andrea Apostolo anche nella coltivazione e nel raccolto abbondante di questo frutto.
L’entrata del Santo, accolto da molti fedeli davanti alla chiesa, viene salutata da uno spettacolo pirotecnico, dal suono del corpo bandistico e delle campane festose.
Il fercolo così rimane per qualche minuto all’interno della chiesa, esposto alla pubblica venerazione dei fedeli.
Da sottolineare, oltre ai classici ex voto in oro e argenti, la notevole quantità di orologi d’epoca donati in passato dai devoti.

Testo a cura del nostro collaboratore Daniele Pennisi

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura dei nostri collaboratori Salvo Parisi e Daniele Pennisi

  • Venerdì Santo 2009 - Noto (SR)

vi consiglia:

7.242 visualizzazioni