S. Maria del Carmelo – Nunziata di Mascali (Fraz. di Mascali – CT)

Data della Festa:
16 Luglio e Domenica successiva

Il culto della Madonna del Carmelo ha origini che si perdono nel tempo, e trova il suo centro nel Santuario che si trova sulla strada che collega Nunziata di Mascali con San Giovanni Montebello.
Il Santuario si trova distante dal centro abitato perchè secondo la leggenda, sull’altipiano chiamato ancora oggi Piano Tamburino, c’era un altarino con l’immagine della Madonna posto a protezione dei viandanti, che con il passare del tempo e con l’incuria, scomparve del tutto coperto da rovi ed erbacce di ogni tipo.
Un giorno un pastorello che pascolava le sue pecore proprio a Piano Tamburino sentì una voce che lo chiamava, ma il ragazzo non vedendo nessuno, in dialetto disse: “Cu siti vui ca mi parati?” e la voce rispose: “Sugnu a Matri u Carmunu! Chiamami u parrinu”.
Il pastorello scese al paese e si recò dal prete che dubbioso dell’accaduto salì da Nunziata a Piano Tamburino, ma una volta sul posto il prete disse al ragazzo di non vedere e sentire nulla; intanto il ragazzo, indicando una macchia di rovi, diceva che la voce proveniva da li, e proprio quando il prete stava per andarsene il ragazzo lo convinse ad aspettare il padre, il quale appena arrivato prese un randello e una forcella e incominciò a tagliare le spine che cadendo fecero vedere un’icona con l’effige della Madonna.
Saputosi il fatto prodigioso, la gente accorreva per chiedere la protezione della Santa Vergine, la quale d’allora ha profuso grazie e conversioni, da cui nacque l’esigenza di costruire sul posto un Santuario che con il tempo è diventato meta di tanti devoti.
I solenni festeggiamenti annualmente iniziano il 1° di luglio con la quindicina.
L’alba del 16 viene salutata dal suono a festa delle campane e dallo sparo dei fuochi d’artificio, e la sera, dopo la S. Messa celebrata all’aperto con lo sfondo del Santuario e del fercolo con il piccolo simulacro processionale della Madonna, ha luogo la processione per le vie che conducono alla chiesa madre di Nunziata, dove la Madonna giunge in tarda serata per rimanervi fino alla domenica successiva, giorno della festa esterna, con uscita e rientro della processione nella chiesa madre di Nunziata, mentre il giorno seguente, il lunedì, la Madonna viene riportata nuovamente in Santuario.

Testo a cura del nostro colaboratore Salvo Parisi

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Salvo Parisi

vi consiglia:

4.041 visualizzazioni


Consigliamo