Settimana Santa – Catenanuova (EN)

Data della Festa:
Dall’Ultimo Venerdì di Quaresima alla Domenica di Pasqua

La Santa Pasqua a Catenanuova rappresenta una delle celebrazioni più sentite dai fedeli.
Il Venerdì di Passione, alle ore 20,30, con la processione penitenziale dell’Ecce Homo iniziano i riti della Settimana Santa con grande partecipazione dei fedeli.
La Domenica delle Palme, alle ore 10,30, con la rievocazione dell’ingresso di Gesù a Gerusalemme, ha luogo la benedizione dei ramoscelli d’ulivo.
Il Giovedì Santo inizia il triduo pasquale con la benedizione degli Oli Santi in Cattedrale a Nicosia, ed alle ore 20,30 a Catenanuova, con la Messa della Cena del Signore e la lavanda dei piedi a dodici persone, così da rievocare ciò che fece Gesù prima di essere arrestato la sera del Giovedì Santo; si allestisce l’altare della reposizione del SS. Sacramento e la chiesa si spoglia dai fiori e dagli addobbi, allestiti per la cena, si legano le campane, e tutto appare silenzioso e in un clima di preghiera.
Il Venerdì Santo, giorno di digiuno e astinenza, si prega nell’altare della reposizione fino alle ore 17,00, quando inizia la celebrazione liturgica sulla Passione e Morte di Cristo, e quindi l’adorazione della Santa Croce; alle ore 21,00 la commovente salita al Calvario, da qualche anno assurta a processione cittadina, appunto perché molto sentita dai Catenanuovesi.
Il Sabato Santo, giorno di preparazione al grande evento della Risurrezione di Cristo, alle ore 22,30 la grande Veglia di Pasqua, quando dopo vari segni liturgici come l’acqua lustrale, il fuoco, la parola di Dio, culmina con la caduta del grande telo, “a taledda”, che copre l’altare maggiore, nel quale vi si trova, glorioso in mezzo a tanti addobbi, il Cristo Risorto; segue la Messa della notte, si ricanta il Gloria e si sciolgono le campane.
La sera della domenica di Pasqua, invece, intorno alle ore 19,00, in piazza Madonna del Rosario, tra Cristo Risorto e la Vergine Maria , i quali provengono da percorsi diversi, si da vita al cosiddetto “ncuontru”, mentre le note della banda musicale fanno da cornice a questo singolare momento, e tra la folla festante esplodono fragorosi i mortaretti.

Testo a cura del Comitato Feste Pasquali

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Nicolò Fiorenza

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura dei nostri collaboratori Riccardo Spoto e Nicolò Fiorenza

vi consiglia:

4.986 visualizzazioni