Apertura Anno Giubilare della Madonna della Visitazione – Enna

Data della Festa:
27 Novembre 2011

27 Novembre 2011 – 1^ domenica d’Avvento e inizio dell’anno liturgico.
APERTURA DELL’ANNO GIUBILARE MARIANO, concesso alla città di Enna in occasione dei 60 anni dell’arrivo in città della Madonna della Visitazione, Patrona del popolo Ennese

1412 – 2012

In quel lontano Giugno 1412, l’effige di Maria SS. della Visitazione fece il suo ingresso nella città di Castrogiovanni (l’odierna Enna), portata a spalla da umili contadini, gli “ignudi”, cosi come ci tramanda la tradizione.
Quell’evento ha cambiato per sempre il volto della città di Enna, e sono passati 600 anni dal giorno in cui il popolo ennese rese omaggio a Maria SS. della Visitazione per mezzo della sacra effige che ancora oggi si venera.
I VI secoli passati dal 1412 a oggi, sono il segno tangibile della forte fede che lega gli ennesi alla figura di Maria, per mezzo della quale arriva a contemplare Cristo, nato dal suo grembo e portato tra le sue braccia. Il  2012 è dunque un anno particolare per la città di Enna, consacrata a Maria Patrona.
L’ingresso in città della Madonna della Visitazione avvenne a Giugno, e ad Enna si ricorda questo evento ogni anno il 29 di questo mese (giorno in cui la Madonna entrò dalle mura cittadine), con la solenne apertura della Cappella dei Marmi. Data l’importanza dell’evento che quest’anno si celebrerà in occasione dei festeggiamenti di Maria Santissima, il vescovo della diocesi di Piazza Armerina Sua Eccellenza Reverendissima Monsignor Michele Pennisi, ha indetto per la città di Enna l’ANNO GIUBILARE MARIANO, (dal 27 Novembre 2011 prima domenica d’avvento e del nuovo anno liturgico, al 25 Novembre  2012 solennità di Cristo Re). L’anno mariano coincide dunque con l’anno liturgico, ed in questo anno la città si prepara a vivere spiritualmente la festa della patrona con cadenza regolare il 2 Luglio.
Il 27 Novembre 2011, L’Anno Giubilare Mariano è stato aperto con una solenne e straordinaria celebrazione in Duomo. Alle ore 18.00 il Vicario Foraneo della città Mons. Francesco Petraia e il rettore della confraternita di Maria SS. della Visitazione Mimmo Valvo, in presenza del Clero e delle autorità civili e militari,  si sono recati nella cappella dei Marmi, e hanno aperto la “porta delle sette chiavi” che contiene il simulacro di Maria SS. della visitazione. All’apertura della cappella, tra la commozione dei fedeli e le grida di devozione dei confrati, la madonna è stata posta sul piccolo fercolo ligneo, ed è stata traslata nell’altare maggiore, dove è rimasta esposta per tutto il mese di dicembre sino all’11 Gennaio, giorno in cui la città ricorda il terremoto che afflisse la Sicilia nel 1693. Una solenne celebrazione è stata celebrata dal vescovo della diocesi di Caltanissetta S.E. Mons. Mario Russotto, invitato per l’occasione dal Vescovo di Piazza Armerina. Al termine della messa è stato letto il decreto di indizione dell’Anno Giubilare, annunciato con “Grande Gioia” dal parroco della chiesa madre.

Testo a cura del nostro collaboratore Antonio Messina

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Antonio Messina

 

vi consiglia:

3.905 visualizzazioni


Consigliamo