S. Gaetano da Thiene – Santo Stefano Medio (Fraz. di Messina)

Data della Festa:
Domenica successiva al 7 Agosto

Santo Stefano Medio, uno dei numerosi casali presenti all’interno del territorio del comune di Messina, celebra ogni anno la fasta di S. Gaetano da Thiene, patrono del villaggio. La festa si svolge il 7 agosto (giorno liturgico del Santo) o, qualora questo sia un giorno feriale, la domenica successiva. La processione muove dalla chiesa madre di S. Maria dei Giardini, vero scrigno di opere d’arte, ed attraversa tutte le vie principali di questo esteso e articolato centro rurale. La statua policroma del Santo Patrono, posta su un fercolo ligneo e adornata con gli ex-voto donati dai fedeli nel corso degli anni, una volta uscita dalla chiesa madre viene portata in processione dapprima lungo la strada sterrata che risale il torrente. Da qui, tramite una salita, la processione giunge nella parte alta del paese, attraversando gli stretti e ripidi vicoli attorno alla chiesetta settecentesca di S. Gaetano.
Sempre accompagnato dai fedeli e dalla banda musicale del paese (che quest’anno ha festeggiato i 120 anni dalla fondazione), il simulacro di S. Gaetano fa ritorno nella parte bassa del paese, intraprendendo un percorso assai lungo che interessa entrambe le parti del casale, diviso in due dal torrente che lo attraversa. Spintasi fino all’estremità settentrionale dell’abitato (segnata da un altro torrente sul cui muraglione sorge un’icona della Madonna della Grazie), la processione torna indietro verso il centro fino all’asse viario principale che attraversa tutta la vallata di S. Stefano. Da qui la processione giunge fino al confine con il casale di S. Margherita, a valle del paese per poi tornare indietro e attraversare i vicoli che si dispongono ai piedi del castello, nella parte Sud dell’abitato. Dopo aver risalito la vallata fino al confine con il soprastante casale di S. Stefano Briga, la statua di S. Gaetano ridiscende verso il centro del villaggio. Giunta sul sagrato della chiesa madre, dove viene accolta dalla bande e dai fedeli festanti, la statua viene riportata all’interno della parrocchiale, dalla quale uscirà l’anno prossimo per un nuovo ciclo di festeggiamenti.

Testo a cura del nostro collaboratore Dario Sciutteri

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Dario Sciutteri

vi consiglia:

3.946 visualizzazioni


Consigliamo