S. Giuseppe – Scicli (RG)

Data della Festa:
Domenica successiva al 19 Marzo

Nel primo pomeriggio della prima domenica successiva al 19 marzo si sentono i colpi a cannone che annunciano l’uscita del simulacro di S. Giuseppe dalla sua chiesa che si dirige in processione verso la piazza centrale del paese.
Il corteo incomincia con la sfilata dei cavalli che si radunano in piazza: questi cavalli sono quasi tutti provvisti di campanacci attorno al collo, arricchiti con dei nastri colorati. Essi, arrivati in piazza, aspettano l’arrivo del Santo e nell’attesa vengono fatti camminare avanti e indietro per la piazza.
La quantità dei cavalli è così elevata che la strada che circonda la piazza si riempie tutta di questi simpatici animali; i cavalli sono gli stessi che il giorno prima hanno fatto la “cavalcata”.
Poi arriva S. Giuseppe in piazza accolto dagli applausi dei cittadini, ma non il tradizionale simulacro argenteo che gli sciclitani hanno sempre venerato fino a quel momento, ma un nuovo simulacro che sostituirà per sempre il vecchio che avevano restaurato.
A seguire il simulacro di S. Giuseppe sfilano alcuni cavalli infiorati che hanno partecipato alla cavalcata della sera precedente ed a seguire tutti gli altri cavalli. I cavalli infiorati sono cavalli provvisti di una corazza infiorata, cioè rivestiti da un telaio ricoperto da petali di fiori dove artisticamente vengono rappresentate scene della vita del Santo con Gesù e Maria, soprattutto il momento della fuga in Egitto. Essi sono scortati da persone in abito tradizionale della festa.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Vigilia della Festa con la tradizionale “Cavalcata di S. Giuseppe”

Giorno della Festa con solenne processione del simulatro

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

vi consiglia:

7.735 visualizzazioni


Consigliamo