S. Giuseppe – Giarratana (RG)

Data della Festa:
Domenica successiva al 19 Marzo

Il 19 marzo ricorre una tra le più belle feste della zona del ragusano in onore del Santo Patriarca San Giuseppe.
La festa in questione è quella celebrata nel paese di Giarratana, terra devota a S. Bartolomeo e alla Madonna della Neve.
S. Giuseppe ne è il Protettore che unisce tutto il popolo, sia i devoti della Madonna che quelli di S. Bartolomeo, che si stringono insieme a portare sulle proprie spalle il Santo Patriarca in trionfo per le vie del paese.
La festa, come le altre due grandi feste del paese, è molto caratteristica e unica nel suo genere; è una festa molto antica, di umili origini, ricca di devozione e di spiritualità genuina, che si fonde con il folclore e l’entusiasmo dei devoti trepidanti e osannanti per il loro protettore.
S. Giuseppe è il padre che lega tutti, che guida a Gesù, che guida la Chiesa giarratanese, ed è affiancato prima di tutto da due grandi figure molto importanti, dalla Madre di Dio Maria Santissima e dall’Apostolo e Martire S. Bartolomeo; tutti e tre guidano il popolo di Giarratana a Cristo, al trionfo della fede e dell’amore.
Anche in questa festa, come nelle due feste dei santi patroni, tutte e tre queste figure vengono ricordate, perchè anche S. Giuseppe va a fare visita alla Madonna e a S. Bartolomeo, entrando nelle loro chiese.
Il fulcro dei festeggiamenti solitamente si ha in chiesa madre, ma anche quest’anno per via dei lavori di restauro il luogo si è spostato nella chiesa di S. Bartolomeo.
Quindi in questa chiesa si svolgono le celebrazioni liturgiche e si è effettuata l’uscita a spalla del Santo per le ripide scalinate del sacrato la mattina della domenica successiva al 19 marzo alle ore 12,00 in punto.
Con la processione diurna S. Giuseppe va far visita alla Madonna nella chiesa di S. Antonio.
La processione continua per i suggestivi vicoli stretti e ripidi della parte alta del paese per far nuovamente ritorno nella chiesa di S. Bartolomeo.
La sera il Santo riesce dalla chiesa per la processione serale ma non più portato a spalla ma trainato da un carro motorizzato.
Al termine della processione un nutrito spettacolo pirotecnico conclude i festeggiamenti del Santo Patriarca, con la speranza che l’anno successivo la festa di S. Giuseppe si possa celebrare nuovamente nella sua chiesa d’origine, la chiesa madre del paese.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

  • S. Giuseppe 2007 - Marina di Ragusa (Fraz. di Ragusa)

vi consiglia:

10.036 visualizzazioni