S. Lucia V. e M. – Carlentini (SR)

Data della Festa:
4° Domenica di Agosto

Carlentini festeggia la sua Gloriosa Patrona S. Lucia, Vergine e Martire Siracusana, con la grande festa esterna d’agosto, annualmente la quarta domenica, a cui come sempre hanno partecipato varie comunità che onorano e venerano solennemente la Santa, a partire dai devoti di Siracusa; quindi una grande e sentita fraternità di tutte le comunità ecclesiali che si uniscono unanimi ad onorare la stessa Santa Protettrice.
La festa incominciata il sabato, con la vigilia dei festeggiamenti in cui la sera, allo scoccare della mezz’anotte, tutti si radunano davanti il portale della chiesa madre per la svelata della Santa Patrona che si svolge aprendo il portale della chiesa trovando la Santa già posta sul fercolo in prossimità dell’entrata; breve venerazione della Santa e viaggio penitenziale dei carlentinesi per le vie del paese passando da porta Agnone dove si effettua un breve sosta di preghiera davanti l’icona di S. Lucia detta “U peri aliva”, successivamente passando dalla chiesa di Roccadia dove vengono esposte le sacre reliquie all’interno, per poi concludersi infine nuovamente in chiesa madre.
Il giorno della domenica, di mattina le sacre reliquie vengono traslate processionalmente dalla chiesa di Roccadia alla chiesa madre per la S. Messa; dopo la S. Messa Solenne, alle ore 10,30 circa la Santa esce solennemente dalla chiesa madre per dirigersi subito in piazza per fare il suo trionfale ingresso e per lo sparo dei fuochi d’artificio.
La Santa Patrona viene accompagnata dai rappresentanti delle varie comunità che venerano la Santa Siracusana e tutte le rappresentanze cittadine e del vicinato, che come ogni anno precedono in processione la Santa sul fercolo.
Arrivata il piazza, la Santa Patrona, sul fercolo spinto dai devoti carlentinesi e alcuni belpassesi, viene accolta da un nutrito spettacolo pirotecnico e dal lancio di carte multicolori.
Dopo il giro solenne della piazza la Santa Patrona si avvia per le vie del paese.
Di pomeriggio si effettua un secondo giro processionale ed il giorno seguente si effettua nel pomeriggio un terzo giro che si concluderà in tarda serata.
Durante la settimana si celebrerà in chiesa madre il solenne Ottavario di preghiera con la Santa esposta sull’altare, in cui ogni sera animeranno a turno le celebrazioni liturgiche le varie comunità parrocchiali carlentinesi, proprio a significato che la festa di S. Lucia non è soltanto la festa della chiesa madre ma di tutto il paese intero.
Sabato successivo si svolgerà la chiusura dei solenni festeggiamenti estivi con la S. Messa presieduta dal Vescovo di Siracusa e da una breve processione del simulacro. Al termine la Santa Patrona verrà ricollocata e conservata nella sua cameretta in attesa della festa liturgica invernale del 13 dicembre, in cui, oltre alle solenni celebrazioni liturgiche in chiesa madre,la Santa  farà una breve processione portata a spalla attorno alla piazza centrale del paese.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

Gallerie Fotografiche Anni Precedenti
Foto a cura di Michele Bordonaro e Carmen Salemi

vi consiglia:

5.823 visualizzazioni


Consigliamo