S. Maria della Neve – Francofonte (SR)

Data della Festa:
5 Agosto

La festa di Maria SS. della Neve, Regina e Patrona di Francofonte, risale all’anno 1570 e trae spunto dalla leggenda del ritrovamento di un quadro, datato intorno al sec XV, di Scuola Catalana, che raffigura la Natività con la Madonna che tiene sulle gambe Gesù Bambino e gli Angeli che gli suonano la Ninna Nanna. Dice la leggenda: “Fu trovato in Passaneto, nei pressi di Francofonte, in mezzo ad un roveto, un quadro di Maria da alcuni cacciatori. Questi, per prenderlo, con le falci cominciarono a tagliare il roveto. Essi erano alcuni di Vizzini e altri di Francofonte, e nacque tra essi questioni a chi dovesse tanto tesoro appartenere, a Vizzini o a Francofonte. Allora fu stabilito di posarlo sopra un carro tirato da buoi, e lasciar questi a loro discrezione. I buoi camminarono e camminarono; ma ad un certo punto si fermarono inginocchiandosi, quivi scaturì dell’acqua e i buoi bevvero, e ripresero la via indirizzandosi verso Francofonte, ove ad onore della sacra immagine rinvenuta si alzò una chiesa. La Madonna fu detta “della Neve” perchè in quel giorno, 5 agosto, cadde molta neve”.
Per la storia diremo che il quadro, non si tratta di tela, ma di pittura su tavola plasmata di calce, mezzo comunissimo ancora nel secolo XV, e a tale epoca deve riferirsi. Il rivestimento in argento “La Manta”, con gli angeli in rilievo, che lascia appena scoperto il volto della Madonna e del Bambino, è un pregevole lavoro di orafo della prima metà del secolo XVII.
La festa in se, ha inizio il 26 luglio con l’inizio della Solenne Novena. Il clou della festa si ha giorno il 5 agosto, giorno della festa liturgica. Da segnalare il giorno 3 agosto con il pellegrinaggio serale alla stele votiva di Passaneto, mentre il 4 agosto, la vigilia, con l’apertura della cappella, a mezzogiorno, la solenne celebrazione eucaristica sul sagrato della chiesa alle 19,00 e la sfilata del corteo storico subito dopo la celebrazione. Il 5 agosto, giorno della festa, l’uscita della vara della Madonna, alle 11,00 con lo sparo di fuochi d’artificio e processione per il cosiddetto “giro dei santi”. Di sera processione per le vie principali della città con rientro previsto verso la mezzanotte, salutato da un grandioso spettacolo pirotecnico. Il 6 agosto di solito, la sera, si svolge il tradizionale concerto di musica leggera, con artisti di fama internazionale (esempio delle presenze negli anni passati: Anna Oxa, Anna Tatangelo, Luca Barbarossa, Eiffel 65). I festeggiamenti si concludono il 12 agosto con la chiusura della vara nella propria cappella.

Testo a cura del nostro collaboratore Marco Politini

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Marco Politini

vi consiglia:

4.479 visualizzazioni


Consigliamo