S. Sebastiano Martire – Canicattini Bagni (SR)

Data della Festa:
Ultima Domenica di Aprile

Annualmente l’ultima domenica di aprile si svolgono i festeggiamenti in onore del santo martire Sebastiano, una festa antica e amata dal popolo canicattinese.
I festeggiamenti iniziano con un triduo solenne nella chiesa del Purgatorio dove si venera l’effigie del Santo. Il sabato sera, dopo la Messa vespertina, in processione con la Reliquia del Santo, i fedeli devoti si recano alla villa del seminario, residenza estiva dell’arcivescovo di Siracusa che si trova a poco più di un chilometro fuori dal centro abitato di Canicattini. All’arrivo della processione si svolge un momento di preghiera rivolto a San Sebastiano.
La domenica all’alba, i canicattinesi, svegliati dallo sparo di mortaretti, dal suono festoso delle campane e della banda musicale, si preparano ad assistere all’arrivo dei “NURI” che partono dalla villa del seminario incamminandosi verso il paese per portare in processione il simulacro del loro santo protettore. Alle ore 08.30 i “NURI” arrivano alla chiesa del Purgatorio al grido “Primu Diu e Sammastianu”. Così si da inizio alla prima processione del Santo che viene portato in chiesa madre. Terminata la processione, in chiesa madre si celebra la S. Messa.
Alla sera, dopo la messa vespertina, inizia la seconda processione per le vie cittadine, con il rientro del simulacro del Santo nella propria chiesa, che è stato preceduto da un suggestivo spettacolo pirotecnico.
I canicattinesi così salutato San Sebastiano dandosi appuntamento al prossimo 20 gennaio per la festa liturgica del santo.
È importante ricordare che questa festa è celebrata l’ultima domenica di aprile in preparazione alla festa di San Sebastiano di Melilli.

Testo a cura del nostro collaboratore Michele Bordonaro

Galleria Fotografica
Foto a cura dei nostri collaboratori Michele Bordonaro e Carmen Salemi

vi consiglia:

5.071 visualizzazioni


Consigliamo