S. Lucia V. e M. – Siracusa

Data della Festa:
13 Dicembre

Il 13 dicembre di ogni anno ricorre la solennità del martirio di S. Lucia V. e M. siracusana, e la città di Siracusa riserba solenni festeggiamenti alla propria concittadina.
S. Lucia è il vanto di Siracusa, la Santa Vergine e Martire, tutta casta e tutta pura, la Santa Patrona di Siracusa, vanto della Sicilia.
La mattina del 12 l’artistico simulacro argenteo della Santa Patrona viene svelato e traslato dalla sua cappella all’altare maggiore della Cattedrale; la sera vengono celebrai i Primi Vespri solenni e il concerto all’interno della chiesa.
Il 13 dicembre, solennità della Santa Martire, di mattina viene celebrato il solenne pontificale, mentre nel primo pomeriggio, intorno alle ore 15,30, il venerato simulacro esce solennemente dalla Cattedrale e si consegna alla cittadinanza, ai fedeli tutti, ai suoi concittadini siracusani.
Le campane della Cattedrale suonano a festa, vengono sparati i fuochi d’artificio, e dal balcone dell’adiacente palazzo arcivescovile il Vescovo di Siracusa legge il suo messaggio alla cittadinanza.
Subito dopo inizia la solenne processione per le vie della città alla volta della Basilica di S. Lucia al Sepolcro, luogo del martirio della Santa, dove il simulacro sosterà per otto giorni per la celebrazione del solenne ottavario.
Il 20 dicembre, giorno dell’ottava della festa, il simulacro di S. Lucia ritornerà nuovamente in Cattedrale con una solenne processione, passando dapprima dal Santuario della Madonna delle Lacrime e dall’ospedale cittadino.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica
Foto a cura della nostra collaboratrice Maria Riccioli

vi consiglia:

3.873 visualizzazioni


Consigliamo