S. Maria di Custonaci – Erice (TP)

Data della Festa:
27 Agosto

Da 257 anni a Custonaci, piccolo centro in provincia di Trapani, si festeggia  la Madonna, il cui culto risale alla fine del 500. Secondo la tradizione, l’icona della Vergine trasportata su una nave approdò presso Cala Buguto, nella frazione ericina di Custonaci, dopo un naufragio attribuito alle suppliche indirizzate a Maria Santissima da parte dei marinai francesi che trasportavano il dipinto, i quali scampati alla morte fecero voto di innalzare su quel luogo una piccola chiesa e di lasciare lì l’immagine di Maria, in segno di devozione e di ringraziamento. Il culto si diffuse, così, in tutto l’agro ericino e alla Madonna fu attribuito l’appellativo di “Custode e Patrona degli ericini” ed onorata con il titolo di Custonaci.
Ad Erice, la festa di Maria SS. di Custonaci inizia con la celebrazione eucaristica alle ore 8.30, presso la chiesa madre, seguita alle ore 11.00 dalla Santa Messa Solenne. Alle ore 18.30 ha inizio la processione del quadro.
Il corteo, preceduto dal rullo dei tamburi, muove dal Real Duomo e si snoda per le vie della cittadina, seguito dal gonfalone della città, e dalle autorità civili e militari; effettua una sola sosta in Piazza Umberto I e prosegue per corso Vittorio Emanuele, rientrando presso la chiesa madre alle ore 24.00.
Numerosifedeli e turisti partecipano ai festeggiamenti riempiendo le vie del piccolo borgo medievale, reso ancor più suggestivo da numerose torce accese.
Il Real Duomo di Erice, dedicato alla Vergine Assunta, si trova vicino Porta Trapani, uno dei tre ingressi della città. Venne fatta costruire da Federico d’Aragona nel XIV sec. a scopo difensivo. L’esterno è stato più volte rimaneggiato e, dello stile originario, sono rimasti soltanto i due portali. Il bel rosone è oggi parzialmente nascosto da un portico gotico aggiunto un secolo più tardi. L’interno, in stile neogotico, è diviso in tre navate da pilastri sorretti da volte a crociera. Sulle navate laterali, si aprono numerose cappelle di varie epoche, fra cui quella dedicata alla Vergine di Custonaci.

Testo a cura del nostro collaboratore Giovanni Finocchiaro

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Giovanni Finocchiaro

vi consiglia:

4.743 visualizzazioni


Consigliamo