S. Maria del Carmelo – Rione Ballarò (Palermo)

Data della Festa:
Ultima Domenica di Luglio

Puntuale come sempre, ritorna a trionfare per le strade della città, l’argenteo simulacro della Madonna del Carmelo (anche questa, una tra le più amate feste dei palermitani). La solenne processione, che si svolge l’ultima domenica di luglio, è preceduta da un ricchissimo programma religioso e non, che vede in primo piano l’uscita del venerato simulacro della Madonna dalla cappella, che tutto l’anno le fa da custodia, ed infine la solenizzazione del giorno liturgico della Madonna del Carmelo. Promotori della grande festa sono i confrati della venerabile confraternita di Maria SS. del Carmelo, detta “della Bara”, fondata nel 1735, con il preciso compito di portare in processione la Regina del Carmelo. Come tutte le feste palermitane, la processione è caratterizzata dall’offerta dei bambini alla Vergine Santa, dalle grida di invocazione e lode alla Madonna e dagli immancabili giochi pirotecnici. Quanto alla preziosissima ed artistica statua della Madonna, si hanno notizie sin dal 1723 di un primo tentativo di rivestire d’argento un primitivo simulacro cinquecentesco; nel tempo poi furono diverse le peripezie per la realizzazione di quest’opera, di certo è, che gli arti, il viso della Madonna e il Bambino Gesù, sono dello scultore Girolamo Bagnasco, il quale con probabilità intervenne sull’esistente simulacro, o secondo altre tesi ne fece uno Ex Novo, con certezza, per forza di circostanze il Bagnasco intervenne poco prima del 1813.

E SI CHIU BEDDA RI OGGI E L’ANNU,
VIVA A MARONNA O CARMINU!

E E’ U FISTINU RI OGNI ANNU,
VIVA A MARONNA O CARMINU!

Testo a cura del nostro collaboratore Salvatore Petralia

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Salvatore Petralia

vi consiglia:

5.554 visualizzazioni


Consigliamo