S. Vito Martire – Ciminna (PA)

Data della Festa:
1° Domenica di Settembre

La  festa più importante di Ciminna  è quella di S. Vito, martire proclamato patrono quando in città giunsero alcune sue reliquie.
La festa più imponente tributata da tutta la popolazione al Santo martire è quella della prima domenica di settembre.
Questa festa col passare del tempo è divenuta  una delle più partecipate anche perchè vi era l’uso (riportato fino ai giorni nostri) di realizzare durante tutto il tragitto processionale della statua e delle reliquie dei “quadri viventi”,  cioè delle scene formate da persone vere che riprendevano gli attimi salienti  della vita del santo mazzarese.
La festa di settembre ricorda la traslazione delle reliquie avvenuta nel 1672.
Si dice che le reliquie di San Vito, Modesto e Crescenza siano arrivate a Ciminna  per volere di D. F. Gigante e anticamente custodite dentro una cassa di legno dorata.
Successivamente sicuramente verso la seconda metà del Settecento la cassa lignea venne sostituita con quella argentea che tutt’ora viene portata in processione solo la prima domenica di settembre.
Oggi la festa oltre alla partecipazione i tanti devoti e fedeli, vengono richiamati numerosi forestieri che giungendo dai paesi limitrofi sia per rendere omaggio al santo sia per partecipare alla gioiosa festa che ogni anno Ciminna leva al suo Santo Patrono San Vito.

Testo a cura del nostro collaboratore Gaetano Spicuzza

Galleria Fotografica
Foto a cura del nostro collaboratore Gaetano Spicuzza

vi consiglia:

3.387 visualizzazioni