S. Sebastiano Martire – Francofonte (SR)

Data della Festa:
Ultima Domenica di Maggio

Terza domenica di Maggio dedicata a S. Sebastiano Martire, Compatrono della città di Francofonte. Al termine della S. Messa, il simulacro del Santo, sulla sua artistica “vara”, viene condotto fuori dalla Chiesa del Carmine, al suono festoso della banda, allo sparo di alcuni fuochi d’artificio e delle carte colorate. La peculiarità di questa festa è rappresentata dal successivo sparo sincrono di decine di mortai di carte colorate (bigliettini e strisce) posti sui balconi delle case affacciate alla via in cui si trova la chiesa. Quando infatti S. Sebastiano, portato a spalla dai devoti vestiti di bianco con la fascia rossa, si trova al centro di tale via, una fitta pioggia di ‘nzaareddi bianchi e rossi cade dal cielo, colorando tutto il percorso. La meraviglia della gente si è manifestata subito in un lungo applauso.
La processione prosegue fino alla piazza da cui parte la strada, dove il fercolo viene posato su due cavalletti e dove ha luogo lo sparo dei fuochi d’artificio, in un gioco ben articolato di colori, preceduti dallo sparo di carte multicolori, poi dai fuochi veri e propri, e infine da una lunga e interminabile moschetteria.
I devoti portatori del fercolo e non, gridano durante la processione le loro lodi e i loro motti in dialetto, con grande convinzione.
Alla festa partecipano non solo le confraternite della città e i gruppi di preghiera, ma anche altre confraternite di S. Sebastiano di altre città, espressione della grande diffusione del culto del Santo Martire in tutta la Sicilia.

Testo a cura del nostro collaboratore Daniele Pennisi

Galleria Fotografica
Foto a cura della nostra collaboratrice Carmen Salemi

vi consiglia:

4.185 visualizzazioni


Consigliamo