S. Sebastiano Martire – Pachino (SR)

Data della Festa:
20 Gennaio

Dopo ben quarantasette anni Pachino riscopre la fede in S. Sebastiano. Questa “riscoperta” è da attribuire al neo parroco Don Paolo Trefiletti, di origini avolesi, e quindi molto devoto al santo martire. Il neo sacerdote, insidiatosi ad ottobre 2008 nella parrocchia della Madonna del Rosario di Pompei, ha colto subito l’occasione di riproporre questa festa, caduta ormai nel dimenticatoio nel pachinese, avendo trovato nella suddetta parrocchia un simulacro del santo martire.
I festeggiamenti hanno il loro culmine la sera del 20 gennaio con la S. Messa e la processione.
Ai festeggiamenti partecipa, per espresso volere del parroco, la Confraternita S. Sebastiano di Avola.
Il Santo viene portato a spalla dalla Misericordia, aiutata pure dalla Confraternita avolese, su di una piccola “varetta”.
La “Sciuta” avviene alle ore 19.00, dopo la messa, tra lo sparo della moschetteria e il lancio degli “nzareddi”.
La processione viene preceduta dai quattro gonfaloni della parrocchia. Arrivati presso la stazione, dopo aver percorso buona
parte del tragitto, il Santo sosta per i fuochi d’artificio.
Infine la “Trasuta” vede protagonista una bella fiaccolata, che di fatto chiude i festeggiamenti, rimandandoli all’anno successivo, con immensa soddisfazione della cittadinanza pachinese e di chi di S. Sebastiano è devoto.

Testo a cura della nostra collaboratrice Carmen Salemi

Galleria Fotografica
Foto a cura dei nostri collaboratori Marco Rabito e Carmen Salemi

vi consiglia:

5.120 visualizzazioni


Consigliamo