S. Maria del Lume – Linera (Fraz. di Santa Venerina – CT)

Data della Festa:
3° Domenica di Novembre

Linera festeggia solennemente la propria Santa Patrona, la Madonna del Lume, la terza domenica di novembre.
La festa inizia con un solenne triduo di preparazione che ha suo il culmine la mattina della domenica 12 con la solenne svelata della Vergine dalla propria cappella in cui il venerato simulacro viene custodito nascosto durante l’anno.
La mattina dunque la Madonna rimane esposta sull’altare maggiore della chiesa alla venerazione dei fedeli che vengono durante il giorno in preghiera e in sincero ed umile raccoglimento e pentimento, per affidare alla Vergine le proprie necessità spirituali, fisiche e materiali.
Nel pomeriggio il simulacro, impreziosito dai vari ex-voto donati dai fedeli nel corso degli anni per grazie ricevute per la potente intercessione materna della Madonna, viene sceso dall’altare e posizionato sull’artistico fercolo con baldacchino ligneo a sei colonne, e la Vergine Maria fa la sua solenne uscita dalla chiesa alle ore 15,00 circa, salutata dal suono delle campane e dallo sparo di fuochi d’artificio.
Dopo i fuochi, il popolo di Linera si stringe attorno alla Vergine per intonare la tradizionale “cantata” alla Madonna.
Alla festa partecipano ogni anno anche i devoti della Madonna del Lume di Porticello (Pa), che da anni vengono da lontano in occasione di questa festa.
Subito dopo inizia la prima processione per le vie della frazione con rientro della Madonna in serata.
Al termine dei fuochi, la Madonna rientra in chiesa per la celebrazione della S. Messa solenne, ed al termine, il simulacro viene ricollacato nella sua cappella, ed al canto delle “Litanie Lauretane” la sacra immagine della Vergine del Lume viene velata  e salutata da tutti i fedeli presenti in attesa di rivederla per la prossima festa dell’anno seguente.

Testo a cura di Vincenzo Zappalà

Galleria Fotografica (Anno 2o09)
Foto a cura di Vincenzo Zappalà

vi consiglia:

6.450 visualizzazioni